15 Anno del progetto Bela Vista Rifugio biologica

RBV_capa44il Rifugio: storia

Il Bela Vista Rifugio biologica è il progetto più antica e di maggior successo nel campo della conservazione ambientale in Brasile, frutto della coscienza ambientalista che è emerso in Itaipu e si oppose l'idea di sviluppo ad ogni costo. Situato tra il Parco Nazionale di Iguaçu e la Big Island, svolge un ruolo chiave nel preservare l'ambiente nella triplice frontiera. il Rifugio, integrato nel Complesso Turistico Itaipu, ora offre una alternativa alle visite turistiche della città di Foz do Iguaçu, Paraná. creato 27 giugno 1984 e 1.920 acri, il rifugio è stato progettato per ricevere migliaia di animali senza casa durante la formazione del serbatoio Itaipu e per la produzione di piantine per il rimboschimento delle banche del nuovo lago.

Dalla sua fondazione fino agli anni 90, ma gioca un ruolo nel centro di soccorso animali e piantine vivaio, si trovò sempre più attirare visitatori interessati a conoscere il lavoro in cantiere, proprio come un centro visitatori. In 1995, su 300 la gente è apparso settimanale per fare visite guidate al rifugio – appena creato per cercare di ordinare la grande quantità di visitatori. I servizi del Bela Vista sono stati, tuttavia, carattere provvisorio, E 'inadeguata per ricevere pubblico.

Questa domanda ha fatto riemergere un vecchio e quasi dimenticato idea di costruire strutture permanenti per Refuge, e si pone quindi la proposta non solo qualificarsi, ma anche espandere la Bela Vista, per renderlo ufficialmente un polo di attrazione turistica nel complesso Itaipu, allora sotto la direzione di José Antonio Correia Ribas, disegno appassionato.

La nuova sede: Sostenibilità d'avanguardia nazionale e Permacultura

Con il patrimonio storico di tutta la conservazione e la sostenibilità che hanno sempre guidato le azioni Refuge, Antonio Ribas si è unito Newton Luiz Kaminski, direttore della Divisione Protetta acqua di Itaipu, per sviluppare un piano di 6 punti chiave per rivitalizzare il Rifugio. I punti sarebbero le premesse per lo sviluppo del progetto, e trattati con i principi di sostenibilità, un'idea che al momento appena arrivato in Brasile come in teoria e in pratica l'innovazione senza precedenti nei cantieri.

RBV_citacao_kaminski-01

La necessità di una conoscenza tecnica di esperti ha portato i rappresentanti del contratto di UFPR / Itaipu per andare incontro al nucleo orientato per l'innovazione in costruzione (Norie) l'Università Federale di Rio Grande do Sul (UFRGS), che ha già avuto il riconoscimento nazionale nel campo della sostenibilità dell'ambiente costruito, con diverse linee di ricerca su questo argomento. Attraverso il contatto con professore Miguel Sattler, coordinatore Norie / UFRGS, Kaminski è stato introdotto per altri insegnanti e partner principali, e quindi ha incontrato 3C Arquitetura e Urbanismo.

"Gli architetti James e Peter sono stati dati dal Professor Sattler che ha evidenziato l'esperienza del doppio tema della sostenibilità, così essi sono emersi come agenti di trasformazione di concetti e idee in azioni concrete per la RBV. Abbiamo iniziato a lavorare con la valutazione dei bisogni e studio preliminare guidato da concetti a basso impatto ambientale ", Kaminski ricorda.

ILRBV_citacao_sattler-01dopo il viaggio di ricognizione prima area, il gruppo si è riunito in angolo Gaia, centro studi ambientale fondata da José Lutzenberger, per effettuare una charrette attività di chiamata, che mirava a discutere le proposte e le linee guida che guidano il progetto. "Non abbiamo creato una sinergia unica e ben presto sono stati evidenziando le qualità della squadra 3C: creatività, competenza, cooperazione, la serietà nel lavoro e buon umore ", Elogia Sattler. Il gruppo è stato diviso su più fronti, ciascuna nella loro specialità, consigliare il 3C squadra, che ha sviluppato il progetto di legge con la propria percezione e la creatività.

RBV_fotoscharrette

 

Kaminski celebra la pianificazione 3C Arquitetura e Urbanismo E 'stato molto ben condotta e che ha permesso in giro e conquistare la fiducia del team impegnato a RBV e direzione lavori, responsabile dell'attuazione del progetto. "Ha detto molto professionalità, esperienza, flessibilità, capacità di sicurezza e l'interazione 3(C) con la nostra squadra ", mette in evidenza il sovrintendente Itaipu.

Il nuovo progetto di sede, ricco di soluzioni verdi e sostenibili, consolidato il rifugio biologico Bela Vista come centro di conservazione e luogo pionieristica ambientale nel paese.

 

concetto di design: I quattro elementi e Vita

preoccupazioni di sostenibilità how rendere meno edifici impatto, Con l'adozione di misure semplici, come il finanziamento e l'uso razionale dell'acqua, la cattura e l'uso razionale dell'energia, riduzione e ottimizzazione dei materiali, ecc. A permacultura, d'altronde, È un insieme di concetti cura terra, cura delle persone e la distribuzione del surplus.

Il concetto fondamentale del progetto unisce sostenibilità e permacultura, progettare l'edificio come una rappresentazione dei quattro elementi, vita risulta essere la via che collega tutti. In questo modo, mentre il visitatore stava camminando il percorso, avrebbe trovare gli elementi – rappresentato da edifici e aree ricreative, rendendo la connessione tra tutti, aiutare nella comprensione di questo rapporto olistico che esiste nell'universo.

In dal concetto generale, Linee guida generali sono stati preparati per il progetto:

 

Area Analisi

Per la realizzazione del nuovo rifugio, un locale, è stata presa e l'analisi delle condizioni esistenti. In questo modo, E 'stato quello di individuare gli assi e tracciati stradali esistenti, le condizioni di irraggiamento solare e la predominanza dei venti.

elementi regolatori

 

accesso esistente e la proposta di nuovo accesso

 

Zonizzazione dei nuovi impianti

 

design di base geometrica

RVB_gif_basegeometrica900px

Distribuzione

Tecnologia e Materiali

Uno degli elementi più importanti per le possibili soluzioni di un progetto architettonico sono le tecnologie ei materiali utilizzati. La possibilità di sostenere pratiche di sostenibilità, con l'installazione di tecnologie quali erano strumentali nella progettazione.

RVB_tecnologiasdesustentabilidade

L'uso della copertura, di acqua e con strati isolanti di aria, muri spessi, guida, posizione e le dimensioni delle aperture, insieme con l'uso di scambiatori di calore per l'acqua e la terra, raccolta delle acque per il riutilizzo e il riciclaggio dei materiali di scarto e il lavoro sono state alcune delle soluzioni adottate nel progetto.

La tecnologia costruttiva determinato la scelta di materiali meno impatto ambientale e abbondanti nella regione, basso consumo energetico nella sua produzione: mattonelle di ceramica, basalto e rimboschimento di legno. IL ceramiche E 'stato scelto come rifugio materiale da costruzione principale, Esso viene impiegato in forma di mattoni, compresse, blocchi, piastrelle e pavimenti, caratteristiche suggeriscono l'uso di piani orizzontali e campate di dimensioni ridotte. blocchi di pietra Essi sono stati adottati in esecuzione di fondazioni e muri. IL legno, d'altronde, soddisfa la domanda di campate più grandi, come tetti e balconi, ed è stato adottato come materiale per infissi.

Cemento e acciaio sono stati adottati solo in casi specifici si estende grande (come il recinto degli uccelli), sono considerati i due materiali con maggiore impatto sull'ambiente. Materiali come prodotti petroliferi, fibrocemento e PVC di sono state evitate nel progetto, per i loro alti livelli di tossicità.

RVB_fotosobras

Edifici

dopo solo 18 mesi di lavoro, Si è aperto il nuovo Bela Vista Rifugio. più 40 edifici costituiscono le nuove strutture, tra i quali spiccano la Casa del Sole e della Luna, il Centro di Accoglienza Visitatori, Portinho e Choupana.

RVB_fotosedificações1RBV_planta_administração-01

La conservazione dell'ambiente naturale, accoppiati con la scelta di materiali e soluzioni determinano una lingua mimetica con paesaggio: l'erba che riempie la copertura degli edifici del visitatore Reception Center è un chiaro esempio della volontà degli architetti.

Gli spazi per gli animali nel recupero sono stati pensati per apparire il meno possibile con le gabbie dello zoo. Invece bar, schermate, fossati e vetro blindato. La Fiera degli Uccelli, per esempio, E 'stata concepita come una grande struttura in cui i visitatori possono entrare, invertendo la logica tradizionale degli zoo dove il visitatore osserva gli animali solitari.

Gli animali più grandi, come giaguari, cervi e capibara sono in ambienti che riproducono i loro habitat naturali, e questi luoghi sono integrati nel rifugio attraverso sentieri e percorsi che attraversano i boschi locali, attraverso il quale i visitatori possono muoversi liberamente.

paesaggio

La progettazione del paesaggio di RBV è stato progettato tenendo conto della storia del Rifugio come luogo di visita e di educazione. In questo modo, Ha usato il concetto di "Landscaping Pedagogico", questo è, una progettazione del paesaggio che, più di ornamento, potrebbe servire come strumento di educazione ambientale, permettendo al visitatore di avere un'esplorazione sensoriale della specie (visivo, olfattivo, Tatil e gusto).

per questo, linee guida sono state redatte la progettazione del paesaggio, anche guidata dai principi della permacultura e della sostenibilità. Tra queste linee guida, Si distinguono l'uso di specie autoctone; l'uso di piante medicinali e aromatiche; l'uso di piante attraenti per farfalle, uccelli e colibrì; cibo incoraggianti agricoltura urbana; creazione di percorsi interessanti ed emozionanti; l'uso di specie perenni utilizzando, bassa manutenzione; alternando cicli di fioritura per creare effetti foglie di variazione cromatica; l'uso della rotazione delle colture; l'uso di coperte organici (pacciame) nessun posto di coperte e plastica, tra gli altri.

RVB_fotospaisagismo

 

conclusione

Il progetto Rifugio biologica Bela Vista ha fornito l'opportunità di iniziare la ricerca per stabilire nuovi parametri per lo sviluppo di progetti di pianificazione e di architettura urbana. Resta inteso che la qualità principale è diventato un oggetto di studio e monitoraggio, al fine di migliorare la metodologia, nonché i risultati pratici.
Evidentemente, Non esaurito l'esplorazione di possibilità di questo tema, ma è stato dimostrato che un progetto sostenibile non può ripetere la metodologia sviluppata in disegni tradizionali, altrimenti ripetere le loro pratiche e risultati riprovevoli.
Considerate-se, pertanto, che lo sviluppo sostenibile dovrebbe essere presa alla pratica professionale, autorizza ogni categoria di rivedere il modo in cui essa opera e cercano nuovo modo di agire, conformemente rispetto per l'ambiente e le generazioni future.

Il giaguaro Juma, è morto nel mese di gennaio 2016, RBV era il simbolo e gli sforzi per preservare la fauna e la flora della regione. Ecco il nostro grazie a tutti i colleghi che hanno lavorato a questo progetto e anche un omaggio ai molti amici che abbiamo fatto in Itaipu e RBV lungo il cammino.

TEAM DI PROGETTO
Autori:
ARQ. Pedro Augusto Alves dell'Inda
ARQ. Holzmann Tiago da Silva

Co-autori:
ARQ. Camilo Holzmann da Silva
ARQ. Marco Antônio Lopes Maia

Collaboratori:
ARQ. Rafael Simoes Bro
ARQ. Leticia Rodrigues
ARQ. Leticia Thurman Prudente
ARQ. Daniele Caron
ARQ. Carlos Eduardo Paes Leme Nicolini
ARQ. Hilton Albano Fagundes
Bio. Rodrigo Balbueno
Acad. ARQ. Cristian Illanes
Acad. ARQ. Cristiano Kunze
Acad. ARQ. Luciana Ramos de Castilhos
Acad. ARQ. Vinicius de Medeiros

RVB_fotosanimais

RIFERIMENTI

Bela Vista Rifugio biologica nel sito Itaipu: http://www.itaipu.gov.br/turismo/refugio-bela-vista

PUBBLICAZIONI DEL PROGETTO:

Portal Vitruvio, su 2001 - Rifugio biologica di Boa Vista a Itaipu
Portal ArcoWeb, Jun 2003 - Un rifugio ambientale. E volgare.
BBC, luglio 2004 - Premio per le migliori pratiche in edilizia sostenibile
AU recensione, 2004 - Premio per la migliore pratica in costruzione Sutentável