© 2015 3C Arquitetura e Urbanismo. Tutti i diritti riservati.

067_GAS

Il recupero delle piante Centro Culturale Gasometro

Porto Alegre - RS
Progetto: 2016-2017
Totale superficie costruita: 10.351,35m ² (con nuove strutture 490,25m²)

OBIETTIVI:

Il progetto di recupero Gasômetro Plant Centro Culturale si propone di valorizzare e preservare l'edificio come un patrimonio di inestimabile importanza per la città di Porto Alegre. Per entrambi, Si propone soluzioni che mettono in risalto le vostre qualità e caratteristiche uniche e, contemporaneamente, cambiamento, addizioni e sottrazioni indicano modernizzare le infrastrutture, adeguandolo ai requisiti di utilizzo correnti. Così il Gasometro si trasformerà in un equipaggiamento con condizioni adeguate per il suo enorme potenziale culturale è completamente bardati dai suoi utenti, garantendo così la conservazione di questo che è probabilmente l'immagine più iconica costruita a Porto Alegre.

PROPOSTA:

Il progetto per il Gasometro impianto di recupero mira a qualificare lo spazio in modo che essa esercita tutta la sua forza come un centro culturale. In questo modo, strutture e gli spazi saranno adeguate alle attività sviluppate che forniscono una maggiore qualità per l'esperienza dei visitatori e gruppi culturali che promuovono le attività dello stabilimento di oggi. Per questo la proposta si concentra sulla divisione del settore del Centro Culturale, qualifica l'accesso e la circolazione; e le infrastrutture e le strutture, fornendo comfort ambientale, supporto e assistenza spazi tecnici necessari per gli utenti dei servizi e dei visitatori.

Inoltre, il progetto prevede la fornitura di spazi gastronomici, come bar, bar e ristorante, nuovi servizi igienici su tutti i piani, aria condizionata tutti gli ambienti, adeguatezza dell'edificio alle esigenze di prevenzione incendi, nuovi ascensori e montacarichi, nuovi impianti elettrici e hidrossanitárias, oltre alla sicurezza degli asset e gli utenti attraverso il controllo degli accessi.

fondamentalmente, interventi si riferiscono al recupero di strutture storiche, delocalizzazione di accesso, reception e portineria, nuova proposta di zonizzazione e la compartimentazione delle attività e delle circolazioni, la qualificazione di spazi per attività culturali e mostre, apertura delle terrazze 4il pavimentazione e promuovere l'accessibilità universale a tutti gli ambienti.

Tutte le proposte sviluppate soddisfano i requisiti di cui termini di riferimento nel contratto tra il Dipartimento Città della Cultura e 3C Architettura e Urbanistica. Il progetto cerca, ancora, soddisfare le esigenze individuate nel corso del processo, in particolare quelle sollevate con gli utenti dello spazio e anche con i loro manager.

Sud ingresso principale di vista

concetti di design:

CONSERVE, DELETE e allegare:
Come 3 le azioni del progetto in un edificio caduto sono Conserve, rimuovere e collegare. conservare che ha storico e artistico, ripristinare il suo stato originale e la valorizzazione del patrimonio netto. rimuovere gli spazi e gli elementi che distorcono l'edificio, improvvisazioni, strutture temporanee e provvisorie, le luci della ribalta. E allegare nuovi spazi e gli elementi che aggiungono qualità alla costruzione senza offendere il vostro patrimonio, le nuove strutture, spazi complementari e supporto, qualificazione e l'ammodernamento degli spazi esistenti.

materialità metafora –

concetto illustrazione carbone rilevanza e acqua.

CARBONE E ACQUA
Il team di progetto ha condotto approfondite ricerche e discussione di elaborare il concetto di intervento. La scelta di carbone e acqua - materie prime originali per la produzione di energia - rappresentare un'analogia di questi materiali originali con i materiali, finiture, rivestimenti e tecnologie utilizzate nella proposta di riforma edilizia. il carbone come riferimento alla costruzione originale e la sua attività fondatore, così come una rappresentazione di antenati e di storia e di una relazione concettuale con il vecchio, lordo, l'opaco, durevole, permanente. IL acqua È un riferimento alla corrente, il fluido, il passeggero, Si tratta di una rappresentanza del popolo, eventi, il presente e delle attività attuali e future, relativa a materiali trasparenti, luce, nuovo, lucente, temporaneo. in altre parole, carbone e acqua vengono recuperati nel progetto come metafora delle materie prime originali e anche come un riferimento costante per prendere decisioni progettuali.

RECUPERO E CONSERVAZIONE DEGLI SPAZI ORIGINALI
La proposta progettuale si propone di valorizzare e mettere in evidenza l'uso originale del palazzo. Il visitatore deve capire chiaramente che l'impianto è stato il sito produzione di energia elettrica da carbone Gasometro. L'indagine completa condotta nelle prime fasi del progetto ha permesso la chiara identificazione degli spazi originari e con maggiore valore storico e culturale. Le aree che hanno ricevuto particolare attenzione nel progetto sono stati: il navata dove erano le caldaie, come forni piano di sotto, il Galleria Arcos erano le strutture portanti delle turbine (rotori), il sala 309 e la sua piastrelle idraulico pavimento originale, come Tremonhas stoccaggio del carbone, il terrazzo del secondo piano Il portale di frantoio carbone e ascensori e 6piano dove erano le stuoie che giocavano nelle tramogge carbone. Tutte queste aree hanno ricevuto particolare attenzione nel progetto al fine di recuperare e mostrare il loro stato originale e il suo ruolo nella costruzione quando era una centrale termica.

Schema di recupero e conservazione degli spazi originari.
Vista interna della navata principale.

ATTIVITA 'CULTURALI
Il progetto assume anche valorizzare e qualificarsi spazi culturali esistenti, oltre a ingrandire la fornitura di tali spazi. Siti che ora ospitano le attività culturali sarà migliorata, mentre alcuni saranno trasferiti, di beneficiare delle condizioni di utilizzo. Altri ancora sono introdotti, offrendo una maggiore diversità culturale alla costruzione. L'accesso a questi spazi è stata riorganizzata in modo da permettere a tutti di lavorare in modo autonomo e senza interferire con il funzionamento di altri. Circolazioni consentono spazi culturali sono chiusi e aperti come la convenienza del programma di impianto. In tutti i piani c'è la previsione aree di servizio - la salute, depositi, carico montato, varie strutture - tutti concentrati nel descrivere il funzionamento delle attività protette presso il Centro Culturale.

prospettiva interna di Pinacotheca.

No. Beach Street 10:

No. Street Beach 10 E 'l'indirizzo originale della pianta Gasometro. o, sulla riva del fiume vicino al Gasometro, Ha iniziato il più famoso e simbolico via della città, prima della costruzione del muro Mauá e ancor prima dell'apertura della Avenida Presidente João Goulart. Il restauro della storica indirizzo mira a colmare il passato con il futuro dello stabilimento. No. Street Beach 10, vecchio indirizzo della centrale termoelettrica, sarà il nuovo indirizzo del Centro Culturale.

Gasometro è l'angolo tra il molo e Orla
La posizione della pianta Gasometro, in aggiunta alla sua connessione storica con la Rua da Praia, Ha una posizione privilegiata tra due grandi aree pubbliche della città dal fiume Guaiba - Mauá Pier e Orla. Entrambi subiscono processi di trasformazione al fine di qualificazione di spazio e di apertura a tutta la popolazione di Port Alegre. Il Gasometro è configurato, per la sua posizione, come il grande angolo di Pier e Orla.

Gasometro 'UN "piazza coperta" GREAT
Il rapporto tra pianta per Beach Street, e di conseguenza con History Center, e la sua posizione tra le principali aree pubbliche della città dal fiume Guaiba - Mauá Pier e Orla, trasforma anche l'edificio in una grande piazza coperta, incontro e di convergenza, che offre attività riparo e culturali che completano le attività ricreative e ambientali circostanti. L'accesso a questa piazza è coperto dalla Rua da Praia No 10, The North Face, o la faccia sud del palazzo, con l'ampia situato all'ombra del Gasometro canna fumaria emblematico. La Galleria Arcos diventa in questo modo uno spazio di passaggio privilegiato e qualificato tra il molo e Orla.

L'ingresso principale al Centro Culturale nell'ambito della proposta.

ARTS TOUR - strada coperta COLLEGAMENTO DEL TERRAZZO DELLA PIANTA
Al quarto piano, sotto le tramogge, si prevede di cavalcare le arti, una sorta di strada coperta e ambiente di incontro, mostre e molte attività della pianta delle Arti. La Walk of the Arts renderà la connessione tra le due terrazze, la Terrazza del Tramonto e la sua magnifica vista sul fiume Guaiba e Terrazza Street Beach e le sue vedute della città e il nuovo Parco Gasometro.

proposto vista interna della Via Coperta – Ride of Arts

IL 3 volumi edilizi
Gli studi iniziali hanno permesso di individuare 3 volumi - blocco principale, isolato ad ovest e isolato ad est - e soluzioni progettuali guidate. Nel blocco occidentale, relative al Rio Guaiba, le loro caratteristiche spaziali e proposta di un nuovo accesso guidato le decisioni per individuare le attività a maggiore domanda pubblica. Il blocco principale, dominata dal volume di Nave, ospitare principalmente le attività espositive e altri vari usi. L'East Block, legati alla storia Centro, ospiterà spazi gastronomici in condizioni operative autonome.

Il Centro Culturale guadagna più flessibilità e autonomia di mira tre aree principali, secondo la nuova zonizzazione.
Terrazza Sunset Prospettiva, situato al 4 ° piano dell'edificio sul lato ovest.

ACCESSO E MOVIMENTO VERTICALE DI BLOCCHI
Il nuovo accesso nord (Beach Street e Pier Maua) e sul (bordo) configurare la Galleria Arcos come il grande ambiente di arrivo e la distribuzione di circolazione e accesso agli spazi interni. La circolazione verticale nell'impianto è stato completamente ridisegnato. La circolazione è stata risolta con le nuove scale e ascensori, situato in posizione strategica in modo che l'edificio ei suoi spazi possono funzionare con autonomia ed indipendenza. Sarà costruito "dell'edificio all'interno dell'edificio" per ospitare le nuove scale, nuovi ascensori, i montacarichi, nuovi servizi igienici su tutti i piani, e le aree di strutture e infrastrutture. In aggiunta a questo blocco di circolazione principale, altro 3 Essi sono tenuti a soddisfare la domanda di utilizzo e anche le severe leggi del fuoco.

nuove circolazioni, secondo la distribuzione dei flussi e la nuova ripartizione del Centro Culturale.
proposto prospettiva interna per Arcos galleria

attività partecipative:

immagine Gruppo di lavoro che ha riunito gli utenti della pianta per collaborare nella preparazione del progetto di riqualificazione dello stesso.
Pannello che raccoglie i suggerimenti da parte degli utenti per il centro di culto religioso progettazione dell'impianto Gasometro nella prima azione proposto per workshop partecipativo.
Pannello che raccoglie i suggerimenti da parte degli utenti per il centro di culto religioso progettazione dell'impianto Gasometro nella seconda dell'attività proposta per workshop partecipativo.

TEAM DI PROGETTO:

Autori:
ARQ. Holzmann Tiago da Silva
ARQ. Leonardo Damiani Poletti
ARQ. Alexandre Pereira Santos
ARQ. Leonardo Revi
ARQ. Terra di Pedro Oliveira
ARQ. Flávio Kiefer e Arq. Lydia Arcevenco

Collaboratori:

ARQ. Sofia Panitz Bicca
ARQ. Angelica Magrini Rigo
Acad. Jean Michel Forte Santos
Acad. Firenze Acosta
Acad. Mariana Mincarone
Acad. Paulo Carvalho

complementare:
Signor. Evandro Medeiros – coordinamento e l'armonizzazione dei progetti
ITA. Éverton Rigo Ayres – progettazione strutturale
ITA. Alexandre Ventura Olmos – elettrico, Telefonia, suono, logica,
sicurezza, SPDA e Automazione
ITA. Luca Brivio – progettazione del sistema sanitario
ITA. Renata Giacobo – PPCI
ARQ. Sandro Zanini – lighting design
ITA. Fernando Cammerer – Climate Project
ARQ. Flávio Simões – nella consulenza progettazione acustica